News

Secondo una ricerca condotta dall'Università di Cambridge, le siccità estive registrate in Europa dal 2015 sono state più gravi che in qualsiasi altro periodo degli ultimi 2.110 anni.

"Il cambiamento climatico causato dall'uomo" ne è probabilmente la causa, afferma lo studio pubblicato su Nature Geoscience.

Lo studio - di cui scrive il sito britannico Decanter - ha ricostruito il clima estivo dei due ultimi millenni analizzando gli anelli di querce vive e morte nell'odierna Repubblica Ceca e nella Germania meridionale.

Sebbene i dati si siano concentrati solo sull'Europa centrale, i risultati dello studio si aggiungono a un crescente corpo di prove sull'impatto del cambiamento climatico su tutto il continente.

Nei vigneti, un certo grado di "stress idrico" durante la stagione di crescita è considerato benefico a vari livelli, ma gravi condizioni di siccità possono influire sui raccolti e sul grado di maturazione delle uve.

Alcuni vitigni coltivati ​​in condizioni più asciutte e più calde sono naturalmente più efficienti nel trattenere l'acqua, ha scoperto un recente studio condotto dall'Università della California Davis, pubblicato sul Journal of Experimental Botany.

Alcuni esperti avvertono che la sfida climatica più ampia è far fronte agli estremi. "Il cambiamento climatico non significa che diventerà più secco ovunque", ha detto il professor Ulf Büntgen, l’autore principale dello studio sulla siccità di Cambridge.

"Alcuni luoghi possono diventare più umidi o più freddi, ma le condizioni estreme diventeranno più frequenti, il che potrebbe essere devastante per l'agricoltura, gli ecosistemi e le società nel loro insieme", ha detto Büntgen,.

Il professor Greg Jones, climatologo e presidente dell'Evenstad Center for Wine Education presso la Linfield University in Oregon, negli Stati Uniti, ha affermato di non essere sorpreso dai risultati dello studio condotto a Cambridge.

Un importante aggiornamento globale basato sui dati di oltre 36.000 stazioni meteorologiche in tutto il mondo - ha aggiunto Jones -conferma che, poiché il pianeta continua a riscaldarsi, gli eventi meteorologici estremi come ondate di caldo, siccità e forti piogge sono ora più frequenti, più intensi e più duraturi. 

L'enologo siciliano Pietro Russo terzo Master of Wine Italiano

26-02-2024 | Arte del bere

Pietro Russo, rinomato enologo siciliano, ha ottenuto il prestigioso titolo...

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.