News

01 luglio 2009

Il vino si conferma la bevanda alcolica più consumata dagli italiani (52%) seguito dalla birra (35%), spumanti e champagne (25%), mentre cresce l'apprezzamento per i cocktail poco alcolici anche durante la cena seguendo il fenomeno dell'happy hour.

È quanto emerge da una ricerca Nielsen sul consumo di alcolici in Italia, presentata in occasione dell'assemblea di Federvini oggi a Roma. Nel corso dell'ultimo anno il 69% degli italiani ha bevuto almeno una bevanda alcolica e sono prevalentemente maschi, laddove si rileva un leggero calo soprattutto fra donne e giovani uomini, rispetto al 2006, soprattutto da parte dei consumatori occasionali. Infine, la conferma di un dato già anticipato da Federvini e sostenuto nella campagna Stile Mediterraneo è quello che emerge anche dall'analisi della società Nielsen, che individua un modello di consumo moderato nella sua generalità, diluito durante alcuni giorni della settimana, consumato in casa (famiglia o amici) durante i pasti. I fenomeni sull'abuso dell'alcol costituiscono una costante preoccupazione sulla quale Federvini sta concentrando la sua attenzione con un contributo di idee e proposte tendenti a informare e prevenire piuttosto che sostenere politiche proibizionistiche. (Sec-Arm/Pn/Adnkronos)

 

Documento Italia, Francia e Spagna alla Ue contro le etichette allarmistiche sugli alcolici

31-01-2023 | News

L'Italia non è sola nella battaglia contro le etichette allarmanti...

L'industria vinicola Usa “vale” oltre 276 miliardi di dollari l'anno

30-01-2023 | Estero

WineAmerica, membro della FIVS, ha recentemente avviato un'indagine sulla superficie...

Dalle forti piogge danni ma anche sollievo ai vigneti californiani

30-01-2023 | Estero

Le recenti tempeste in California hanno causato circa 30 miliardi...

Disgelo tra Cina e Australia, saltano i super dazi sul vino?

30-01-2023 | News

I ministri del Commercio di Cina e Australia si incontreranno...

Barbera d'Asti e Vini del Monferrato: progetto genetico per affrontare le sfide del clima

26-01-2023 | Arte del bere

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato è da...

Assovini, riflettori su Messina e le sue Doc

26-01-2023 | Itinerari

Due mari, il Tirreno e lo Ionio, tre Doc, Faro...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.