News

L’annuncio dell’amministrazione Trump di imporre dazi del 5%  sulle merci importate dal Messico, imposta destinata ad aumentare progressivamente fino a raggiungere il 25% entro ottobre, mette in allarme la filiera agroalimentare italiana. “Allarma l’ulteriore messa in affanno di un Paese già in equilibrio precario - afferma Luigi Scordamaglia, numero uno di Filiera Italia - fatto che non potrà che avere ripercussioni anche sulle nostre esportazioni, ma a preoccupare ancora di più è il messaggio sotteso e indirizzato all’Europa”.

Dopo la Cina il Messico: secondo Scordamaglia le ritorsioni della politica trumpiana "si allargano a macchia d’olio, e prima o poi potrebbero arrivare sul fronte europeo causando non pochi problemi”.  Nel 2018 abbiamo esportato in Usa 4,2 milioni di prodotti agroalimentari italiani (il +3,9% rispetto al 2017). “Oggi la minaccia dazi USA pesa 2 miliardi di euro per l'Italia e mette sotto attacco le nostre eccellenze” ricordano da Filiera Italia, l’associazione che rappresenta il meglio del Made in Italy agroalimentare.

“L’aria di bufera si avverte - sostiene Filiera Italia - in pericolo un mercato strategico che prometteva di diventare  il primo sbocco per il nostro export nel giro di 5 anni considerati i ritmi di crescita - + 86,7% dal 2006 al 2018, dato ancora più interessante se letto sugli ultimi 5 anni + 69,2% 2018 su 2011 - il rischio è rendere inaccessibile il vero Made in Italy spalancando le porte a fenomeni di contraffazione e italian sounding che già pesano in termini di mancato profitto". Solo in Usa l’Italian sounding vale quasi 24 miliardi di euro.

Attrezzature e know-how nel mondo vitivinicolo: ritorna il Sitevi di Montpellier

16-09-2021 | Arte del bere

SITEVI, il Salone mondiale delle attrezzature e dei know-how per...

Prosek: Bruxelles (per ora) non blocca la richiesta croata

15-09-2021 | News

Non c'è pace per le denominazioni di origine italiane. È...

Stoccaggio privato dei vini Dop e Igt per l’anno 2021: c'è tempo fino al 24 settembre

14-09-2021 | Normative

Ricordiamo che c'è tempo fino al 24 settembre 2021 per...

Etichettatura delle bevande spiritose: da Bruxelles una più ampia definizione di allusione

14-09-2021 | Normative

È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il regolamento delegato UE...

Al via U-Label, la piattaforma elettronica per vini e spiriti

14-09-2021 | News

Il 30 settembre 2021 il Comité Européen des Entreprises Vins...

Il cambiamento climatico impatta sui vigneti in Spagna e Francia

14-09-2021 | Estero

Spagnoli e francesi costretti a innalzare i vigneti e anticipare...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.