News

Venerdì, 29 Ottobre 2010

Bottiglie di vino condivise contro la crisi

di

Bot3 Bere una bottiglia di Barolo "fifty-fifty". Due bicchieri al mio tavolo, due in quello accanto. E chi se ne importa se non ci si conosce. La filosofia del "wine sharing" è tutta qui: risparmio + amicizia. E la formula sembra funzionare. Almeno così raccontano al "Kosher Bistrot Caffè", il primo wine bar d'Europa sotto la stretta sorveglianza del rabbinato di Roma. Qui, in via Santa Maria del Pianto nel cuore del Ghetto, la vendita delle bottiglie - da quando ha preso il via l'iniziativa del vino condiviso - è aumentata del 10 per cento. "E' un modo, in tempi di crisi come questo, - spiega Angelo Terracina titolare del locale - per rispondere alle esigenze dei clienti sempre più attenti al portafoglio ma che alla qualità e la buon bere non vogliono rinunciare". La bevuta in "condominio", del resto, verrebbe a costare anche meno di una semplice mescita al bicchiere. "L'idea è piaciuta da subito ai turisti - continua Terracina - Che così hanno la possibilità di chiacchierare con chi è seduto nei tavoli vicini, scambiare due parole in italiano. Ma ora sta conquistando anche i romani".

continua a leggere su www.roma.repubblica.it

Al via da oggi i dazi supplementari su Whisky e Bourbon made in Usa

22-06-2018 | News

Scattano da oggi i dazi supplementari su alcuni prodotti originari degli...

Dal Barocco al Liberty con il Cerasuolo di Vittoria

22-06-2018 | Itinerari

Dalle città barocche della Val di Noto, patrimonio dell'Unesco, fino...

Aromi freschi per il cocktail? Si coltivano direttamente in cucina con l'idroponica

20-06-2018 | Arte del bere

Menta, rosmarino, basilico... da oggi è possibile avere le erbe...

La "Dolce Vita" tra sei anni crescerà all'estero del 75%. Siamo pronti?

20-06-2018 | News

Quali prospettive di sviluppo ci sono per i prodotti belli...

‘BarberatoBe’, Barbera d’Asti e Vini del Monferrato si presentano ai buyer esteri

19-06-2018 | Estero

Un modo di essere, di presentarsi e dialogare con compratori...

Nasce a Varsavia il primo museo della vodka

19-06-2018 | Estero

La Vodka ha da oggi il suo museo. Ha aperto...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori, Esportatori ed Importatori di Vini, Vini Spumanti, Aperitivi, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed Affini

Please publish modules in offcanvas position.