Dall'estero

Le autorità russe hanno deciso di non estendere oltre il 1 gennaio 2022 la moratoria sugli emendamenti confermati in legge dal presidente Vladimir Putin lo scorso 2 luglio 2021.

Tali emendamenti introducevano una nuova classificazione dei prodotti vinicoli nei regolamenti e cambiavano le norme per le denominazioni geografiche, che richiederanno modifiche nei nomi sulla retroetichetta e l'adozione di nuove dichiarazioni di conformità.

Lo status delle referenze che sono state importate e prodotte secondo la vecchia classificazione e le vecchie dichiarazioni non è ancora stato determinato, ma questi prodotti potrebbero essere classificati come contraffatti e quindi ritirati dal mercato, portando a una carenza di vino, una perdita finanziaria per il settore e una conseguente crescita del mercato illegale.

 

A Bressanone il mattino ha l'oro in bocca

11-08-2022 | Itinerari

"Il mattino ha l’oro in bocca" a Bressanone assume un...

Il Governo italiano attiva la procedura d'infrazione contro la Slovenia

08-08-2022 | News

Il Governo Italiano ha attivato la procedura d’infrazione ex art...

Teatro con cena ispirata all’antica Grecia nella Valle dei Templi

04-08-2022 | Itinerari

Continua anche quest'anno a Le Stoai, nella Valle dei Templi, il Simposio...

Vademecum vendemmiale Icqrf per la campagna vitivinicola 2022-2023

02-08-2022 | Normative

In occasione della campagna vitivinicola 2022-2023 è stato pubblicato sul...

In arrivo fondi per i locali che promuovono i prodotti a indicazione geografica e bio

02-08-2022 | Normative

La legge di Bilancio 2022 ha istituito un “Fondo per...

Qualivita lancia la piattaforma per Consorzi di tutela, filiere Dop Igp e mondo accademico

02-08-2022 | News

Creare un ponte fra mondo della ricerca, organizzazioni, Consorzi di...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.