Dall'estero

Le autorità russe hanno deciso di non estendere oltre il 1 gennaio 2022 la moratoria sugli emendamenti confermati in legge dal presidente Vladimir Putin lo scorso 2 luglio 2021.

Tali emendamenti introducevano una nuova classificazione dei prodotti vinicoli nei regolamenti e cambiavano le norme per le denominazioni geografiche, che richiederanno modifiche nei nomi sulla retroetichetta e l'adozione di nuove dichiarazioni di conformità.

Lo status delle referenze che sono state importate e prodotte secondo la vecchia classificazione e le vecchie dichiarazioni non è ancora stato determinato, ma questi prodotti potrebbero essere classificati come contraffatti e quindi ritirati dal mercato, portando a una carenza di vino, una perdita finanziaria per il settore e una conseguente crescita del mercato illegale.

 

Il Portogallo rinuncia al Nutriscore

27-05-2024 | News

Il Portogallo rinuncia al Nutriscore. José Manuel Fernandes, nuovo ministro...

Ismea aggiorna i termini: nuove scadenze per le garanzie Gr8 e U35

27-05-2024 | Normative

La Commissione europea, con la decisione C(2023) 9090 final del...

Rapporto Agriturismo: massimo storico di aziende e focus su sostenibilità e innovazione

27-05-2024 | Studi e Ricerche

Nuovo massimo storico per le aziende agrituristiche italiane. È il...

Per il centenario Oiv lancia un concorso fotografico sul cambiamento climatico

24-05-2024 | News

Nell’ambito del Centenario dell’OIV e dell’Anno internazionale della vigna e...

Cina, la lenta avanzata dei wine bar

24-05-2024 | Trend

Continua la crescita dei bar in Cina. La “Guida ai...

Scoperte in una cantina austriaca ossa di mammut di 40mila anni fa

24-05-2024 | Trend

Un viticoltore austriaco ha fatto una scoperta spettacolare durante i...

Please publish modules in offcanvas position.