L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Un intero set di carte da gioco è andato all’asta a Hong Kong per  più di 900mila dollari (917mila per l’esattezza). Ad aggiudicarselo non un giocatore di poker ma un appassionato di whisky. Perché ogni carta è rappresentata sull’etichetta di una bottiglia di whisky giapponese prodotto da Ichiro Akuto, il cui nonno fondò la celebre distilleria Hanyu nel 1941. Quando la distilleria cessò la produzione, Akuto si prese un anno per creare blend differenti con i whisky ancora in invecchiamento e decise di collegare ogni blend a una carta da gioco. Sono nati così alcuni set, andati poi all’asta nell’ex città Stato asiatica.

download

Tanto per avere un’idea, ecco alcuni esempi delle bottiglie finite all’asta.

La bottiglia del Sei di Spade contiene un whisky riserva invecchiato in botti che avevano accolto in precedenza Sherry. Whisky distillato nel 2000 e imbottigliato nel 2011.

Per la Regina di Cuori Akuto ha invece scelto una varietà invecchiata in barrique da Cognac. Distillata nel 1990 e imbottigliata nel 2006.

L’Asse di Denari invece contiene un whisky ben più invecchiato: distillato nel 1986 è stato imbottigliato nel 2008.

Coronavirus: sospesi fino al 31 marzo gli adempimenti tributari nelle zone "rosse"

25-02-2020 | News

 In seguito alla diffusione del Coronavirus e alla interruzione di...

Dazi Usa: tre strategie per gli spiriti italiani

23-02-2020 | News

Il 14 febbraio l’amministrazione Usa ha confermato i dazi del...

Arriva il cocktail ispirato al film di Aldo, Giovanni e Giacomo

22-02-2020 | Arte del bere

«I miei comici preferiti chiamano il loro anziano regista per...

Il monopolio svedese Systembolaget chiede un'ammenda di 3 milioni di corone alla app Vivino

22-02-2020 | News

Il monopolio svedese dell'alcool, Systembolaget, ha comminato alla società di...

Onav si apre alle etichette non convenzionali: verso un corso sui vini "anarchici"

21-02-2020 | Trend

Una definizione forte per una tematica di grande attualità, la...

Monopolio del Quebec troppo rigido sui prezzi: Comitè Vins e Spirits Europe chiedono più flessibilità

21-02-2020 | Estero

Il monopolio della provincia canadese del Quebec, SAQ, sta imponendo...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection