News

L'e-commerce globale di bevande alcoliche crescerà del 66% fino a 42 miliardi di dollari nel periodo 2020-2025. Lo prevede l'ultima ricerca di IWSR sui mercati chiave internazionali. In testa alla classifica degli acquirenti online - segnala il sito vino-joy.com - è la Cina, ma si prevede che gli Stati Uniti saranno al vertice dell'ecommerce di alcolici entro il 2025.

Secondo la ricerca di IWSR, il valore dell'ecommerce di alcolici è aumentato di circa il 12% nel 2019, ed è ulteriormente salito di circa il 43% nel 2020 nel pieno della pandemia. Le vendite totali online di alcolici nei mercati chiave del mondo dovrebbero crescere del 66% e raggiungere più di 42 miliardi di dollari entro il 2025. Per allora, il settore dell'e-commerce globale dovrebbe anche rappresentare circa il 6% di tutti i volumi di alcolici per bevande fuori commercio, rispetto a meno del 2% nel 2018.

Una ricerca sui consumatori condotta da IWSR ha rivelato che circa un quarto dei consumatori di alcolici in tutto il mondo ha fatto acquisti online. La Cina ha la più alta percentuale di acquirenti online tra tutti gli acquirenti di alcolici, quasi il 60%, e gli Stati Uniti hanno la più alta percentuale di acquirenti online che hanno fatto il loro primo acquisto durante la pandemia (54%). La Cina attualmente rappresenta un terzo del valore totale dell'e-commerce.

Basandosi sulla crescita media annua degli Stati Uniti di circa il 20%, la ricerca ha previsto che gli Usa diventeranno il primo mercato per questo tipo di acquisti. I 16 mercati di riferimento esaminati dalla ricerca includono Australia, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Paesi Bassi, Nigeria, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

 

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.