News

Il Senato americano ha approvato un 'pacchetto di stimolo' da 900 milioni di dollari a sostegno delle imprese colpite dagli effetti della pandemia Covid. Il disegno di legge di 5.593 pagine verrà ora inviato al presidente Trump - che ha già espresso le sue critiche - per essere convertito in legge.

Tra le disposizioni figurano una riduzione permanente delle accise per produttori di birra, distillatori e produttori di vino. Ciò significa che le agevolazioni fiscali previste dal CBMTRA (Craft Beverage Modernization and Tax Reform Act) continueranno. Il CBMTRA, entrato in vigore nel 2017, doveva scadere alla fine di questo mese.

La mossa - come riporta in una serie di interviste il sito The Drinks Business - è stata accolta con favore dall'industria. Jim Trezise, ​​presidente di WineAmerica, l'ha definito un "importante passo avanti". "Questa ritrovata certezza sulle aliquote fiscali future consentirà alle aziende vinicole di pianificare con sicurezza i futuri investimenti in dipendenti, strutture e marketing, a vantaggio delle economie nazionali, statali e locali", ha affermato.

Il presidente e CEO del Distilled Spirits Council, Chris Swonger, ha detto che le misure sosterranno "le distillerie artigianali in difficoltà che necessitano di sollievo economico. Rendendo permanenti le aliquote fiscali ridotte per i piccoli distillatori, il Congresso protegge i posti di lavoro, stimola le comunità e aiuta a riportare queste aziende su un percorso di stabilità e crescita. Attendiamo con impazienza che il presidente firmi rapidamente questo pacchetto in legge".

Il disegno di legge aumenta anche i finanziamenti per il Paycheck Protection Program (PPP), un prestito che aiuta le piccole imprese a mantenere i lavoratori sul loro libro paga. Ad esempio, il PPP fornisce alle aziende un prestito rimborsabile basato su 2,5 volte i costi mensili del personale, ma i ristoranti possono richiedere prestiti rimborsabili basati su 3,5 volte i costi mensili del personale.

Altri vantaggi includono la deducibilità delle spese aziendali pagate con prestiti PPP, il rafforzamento del credito d'imposta sulla trattenuta dei dipendenti (ERTC), l'estensione del credito d'imposta sulle opportunità di lavoro (WOTC) aumentato e una maggiore detrazione fiscale per i pasti di lavoro.

Sean Kennedy, vicepresidente esecutivo per gli affari pubblici della National Restaurant Association, ha dichiarato: “I ristoranti hanno aspettato mesi per un progetto di legge completo che rifletta l'entità di questa crisi. Questa azione bipartisan è un "acconto" che riconosce il danno unico che la pandemia sta infliggendo al nostro settore. C'è ancora molto da fare e continueremo a premere nel 2021 a livello federale, statale e locale per conto del settore, dei nostri dipendenti e dei nostri clienti".

Studio avverte: troppo criptici i "descrittori" del vino

26-02-2021 | Studi e Ricerche

Solo un terzo dei termini usati da sommelier e guide...

Nuove norme russe sulla etichettatura dei vini: si muove la Commissione europea

26-02-2021 | News

A pochi mesi dall’entrata in vigore della nuova normativa russa...

Gabriele Gorelli, da Montalcino, primo Master of Wine italiano

26-02-2021 | Trend

L'Italia ha finalmente il suo primo Master of Wine. Si...

Boscaini al "Sole": «Per ripartire serve il turismo»

26-02-2021 | News

Anche per il mondo del vino e degli spiriti il...

Aceto Balsamico di Modena Igp: il Governo in campo per "sminare" la normativa slovena

26-02-2021 | News

“A nome del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena...

Giro d'Italia: due tappe con arrivo nella città del Brunello

26-02-2021 | Itinerari

Il Giro d’Italia torna in terra di Siena. Nella seconda...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.