News

Dopo un periodo di fermo dovuto al virus che ha toccato in prima persona i capi negoziatori, Michel Barnier e David Frost, sono ricominciati i round negoziali sulla Brexit. Tutti i colloqui si terranno in videoconferenza e nel frattempo si sperimenta il cosiddetto "parlamento virtuale" a Westminster. L’obiettivo, come sempre, è quello di trovare un accordo commerciale che sostituisca l’attuale mercato unico e unione doganale europea vigente.

Punti nevralgici di discussione moltissime questioni tra cui i servizi finanziari, i diritti di pesca, gli scambi universitari e tanto altro. Data la portata e le modalità di questi negoziati, sono sempre più frequenti ed insistenti le richieste di una proroga del periodo di transizione. Anche il governo scozzese ha invitato Boris Johnson a prorogare di due anni il periodo. Michael Russell, segretario di gabinetto della Scozia per l'Europa, ha affermato che un’estensione manterrà il Regno Unito il più vicino possibile all'UE e offrirà l'opportunità di ripensare le relazioni future. Tuttavia, Johnson, il ministro delle Finanze Rishi Sunak e anche Frost affermano che nonostante la pandemia il Regno Unito lascerà l'Ue il 31 dicembre a costo nuovamente di un No-Deal ossia un'uscita senza accordo.

Al via il Festival della Dieta Mediterranea, pratica virtuosa e “miglior risposta al Nutriscore”

20-05-2022 | News

Prende il via il Festival nazionale della Dieta Mediterranea, con una...

Mariacristina Castelletta nuovo presidente del Consorzio Alta Langa

19-05-2022 | Arte del bere

Cambio della guardia ai vertici del Consorzio Alta Langa: il...

Week end in rosa sul lago di Garda

19-05-2022 | Itinerari

Ritorna anche quest’anno l’atteso appuntamento con Chiaretto di Bardolino in Cantina:...

Bordeaux 2021 en primeur: previsto un calo della domanda

18-05-2022 | Arte del bere

Secondo Liv-ex oltre il 71% dei commercianti internazionali ha dichiarato...

Usa, i Millennials apprezzano sempre di più il vino a basso contenuto di alcol

17-05-2022 | Trend

Il valore della categoria del vino a basso contenuto alcolico...

Colpire il vino nelle ritorsioni commerciali, una perdita di 340 milioni di dollari all'anno

17-05-2022 | News

Nell'articolo "Vino: il sacco da boxe nella rappresaglia commerciale" pubblicato...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.