News

Il vino "per business" e non "per passione", ma coniugando tradizione e qualità. La Tenimenti Angelini ha presentato il suo nuovo progetto industriale a Firenze e per tracciare le linee di questo nuovo percorso è arrivato l'ad del gruppo, Jordi Ballestè. Qualità, attenzione al consumatore, una moderna e dinamica gestione aziendale, sono questi i principi su cui si basa Tenimenti Angelini, una delle poche aziende italiane a coniugare l'eccellenza della tradizione vitivinicola italiana con il know how della grande industria internazionale. "Vogliamo allargare il nostro portafoglio e nei prossimi anni faremo altre acquisizioni - ha detto Ballestè -. Nomi? Diciamo che abbiamo tante offerte, comunque pensiamo a Valpolicella, Amarone e Barolo". Nel piano di crescita non ci sono aziende straniere "perché mi hanno spiegato - ha detto ancora Ballestè - che nel vino o sei italiano, o sei francese o sei spagnolo. Non si può avere un po' di tutto e noi vogliamo radicarci in Italia".

 

continua a leggere su: http://espresso.repubblica.it

Nutri-Score: la difesa - non convincente - dello studioso francese che lo ha ideato

30-06-2022 | News

"Il Nutri-Score è basato su dati scientifici e non penalizza...

Aggiornata la legge tedesca sugli imballaggi

30-06-2022 | Normative

Nel gennaio 2021 è stato approvato il progetto di legge...

Un'estate a Trieste

30-06-2022 | Itinerari

Trieste Estate 2022, la rassegna di spettacoli artistici e culturali...

Report sulle vendite a volume di alcolici di lusso negli Stati Uniti

29-06-2022 | Studi e Ricerche

Le vendite di marchi di lusso negli Stati Uniti sono...

Le vendite del vino di Kylie Minogue aumentano del 314%, boom nel Regno Unito

29-06-2022 | Estero

Le vendite del marchio di vino della principessa del pop...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.