Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Lo scotch raro e da collezione è ormai un protagonista delle aste, con vendite record da un milione di dollari. Nel 2021 gli alcolici hanno rappresentato il 16% dei ricavi d'asta totali di Sotheby's wine and spirits, e anche alcuni produttori hanno dato il via ad aste specialistiche di whisky che sarebbero state impensabili solo pochi anni fa.

Nonostante questo, il mercato secondario del whisky è una goccia ancora piccola nel vasto oceano delle vendite annuali di vini pregiati. Prezzi d'asta da prima pagina? Sì. Scambi con un volume significativo? No, spiega in un lungo articolo il sito britannico The Drinks Business.

"Il mercato del whisky è un mercato illiquido e specializzato, dominato da uscite in botte singola, il che rende difficile il commercio sul mercato secondario", dice Liv-ex. "Questo rende la determinazione dei prezzi per gli interessati una sfida considerevole".

I primi whisky scozzesi sono stati scambiati su Liv-ex nel 2016 e, da allora, il valore degli scambi è aumentato di un fattore 26. Nel 2021, il commercio totale di Scotch è stato superiore a quello dei cinque anni precedenti messi insieme, e questa crescita è continuata nel 2022, dice Liv-ex: "Year-to-date, il valore dello Scotch scambiato è già il 78% del valore totale scambiato nel 2021. Tuttavia, i volumi sono relativamente piatti, indicando transazioni di valore più elevato e di volume inferiore, tipicamente in formato bottiglia singola."

Mentre il commercio è aumentato, si è anche diversificato. Nel 2020, solo nove whisky scozzesi, come misurato dalla classificazione LWIN7 di Liv-ex, sono stati scambiati; ma questa cifra è salita a 23 nel 2021. Quanto alla ripartizione regionale degli scambi di whisky su Liv-ex: mentre lo Speyside ha rappresentato più del 90% degli scambi durante il 2021, quella cifra è scesa sotto il 44% nel 2022 finora, con le Highlands e Campbeltown che hanno entrambi aumentato la loro quota, rispettivamente al 40,2% e al 12,4%.

L'analista e broker Rare Whisky 101 ha compilato una serie di indici basati sulle vendite all'asta nel Regno Unito dal 2014. La misura più ampia del mercato della società, l'indice Apex 1000, è aumentata del 7% nel corso del 2019 e del 2020, ma è aumentata del 13% nel 2021, riferisce il cofondatore di Rare Whisky 101 Andy Simpson. "Abbiamo visto più stock colpire il mercato", dice, "La domanda sta ancora superando l'offerta nella maggior parte del mercato".

C'è stata una chiara ripresa durante il 2021, ma i recenti tassi di crescita non sono stati niente di così emblematico come nel periodo 2016-18, quando l'Apex 1000 è aumentato del 27,5-38,4% su base annua. Quello era un periodo in cui il whisky raro era ampiamente percepito come sottoprezzato, e Simpson non si aspetta che la situazione si ripeta presto..

È difficile trarre conclusioni generali da singoli esempi, ma una bottiglia di Springbank 1919 - una delle sole 24 rilasciate - è stata venduta online da Whisky Auctioneer nel febbraio 2020 per 180.000 sterline; quando la stessa bottiglia è stata messa all'asta nel gennaio di quest'anno, ha raggiunto solo 120.000 sterline. In modo simile, ci sono rapporti di recenti uscite rare di Macallan vendute all'asta per meno del loro prezzo di vendita al dettaglio, anche se poi hanno recuperato.

Tali sviluppi rendono ancora più vitale che i collezionisti e gli investitori - specialmente quelli nuovi al whisky - mettano da parte il presupposto che qualsiasi cosa rara aumenterà inevitabilmente di valore. Il mercato del whisky scozzese raro e da collezione continua ad espandersi e a diversificarsi, ma sta anche diventando sempre più sfumato e complesso.

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Più estero nella edizione di ottobre della Milano Wine Week

05-07-2022 | Arte del bere

La Milano Wine Week annuncia le date della nuova edizione...

International Wine Tour per conoscere le strategie di accoglienza delle aziende vitivinicole straniere

05-07-2022 | Trend

Negli ultimi due anni, grazie all’Italian Wine Tour, l’iconico camper...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.