Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Un cocktail bar virtuale con live streaming su Instagram per consentire alle persone di ordinare i drink, assistere alla loro preparazione in diretta e vederseli recapitare a casa. Accade a Milano, dove il locale Star Zagros Kebabbar propone a partire da venerdì 18 dicembre l’originale soluzione, nominata “Instabar”, per far fronte alle difficoltà economiche messe in moto dall’emergenza Covid e per restituire ai clienti, soprattutto a quelli più affezionati, un assaggio della dimensione di convivialità che si è persa negli ultimi mesi di chiusura forzata al pubblico. Il bancone virtuale sarà online durante i fine settimana nelle serate di venerdì, sabato e domenica, dalle 21.30 alle 23, sulla pagina Instagram del locale finchè non verranno riaperte a pieno regime le attività serali.

“Il nostro locale fonde la tradizione gastronomica del kebab e la miscelazione, da cui il nome ‘Kebabbar’ - spiega il titolare Emrah Karaman, 30 anni, di origini curde - e finora siamo riusciti a rimanere a galla grazie al sistema di delivery che abbiamo sviluppato internamente, senza aggregatori o delivery app. Hanno funzionato bene le consegne a domicilio di cibo, ma rispetto ai cocktail c’è ancora tanta diffidenza. Nonostante il recente passaggio della Lombardia a zona gialla, per i locali come il nostro, attivi soprattutto dopo le 18, è cambiato poco”.

I drink ordinabili durante le sessioni live, che spaziano dai grandi classici ai signature elaborati dal locale, vengono recapitati nelle case dei milanesi in apposite buste contenenti la miscela, il ghiaccio e le guarnizioni, per poi poterli ricomporre nel bicchiere secondo le istruzioni date dai bartender. Una prima prova di Instabar era stata effettuata dal cocktail bar in aprile, durante il lockdown, ma il vuoto normativo di allora rispetto alla consegna di miscele imbustate aveva scoraggiato i titolari dal proseguire con l’iniziativa. 

“Abbiamo deciso di riattivare Instabar - conclude Karaman - per portare ai nostri clienti, oltre ovviamente ai drink, una fetta importante dell’atmosfera da bancone, ovvero il rapporto umano, le chiacchiere e lo scambio di storie e aneddoti. Chi gradisce, può anche ordinare il cocktail dal nostro sito in altri momenti della giornata e collegarsi durante Instabar per consumarlo in compagnia. Non lo facciamo solo per i clienti, ma anche per noi stessi: abbiamo smarrito la dimensione sociale che ci caratterizzava e che manca terribilmente. Per il momento ci accontentiamo di ricostruirla virtualmente”.

Pallini: dopo lo stop ai dazi l'export di aperitivi, liquori e amari può tornare a crescere. Ora più promozione

17-06-2021 | News

Federvini accoglie con grande soddisfazione l’accordo raggiunto dopo gli intensi...

Cantina Italia, 53,6 milioni di ettolitri di vini e mosti in giacenza al 31 maggio 2021

17-06-2021 | Studi e Ricerche

La rilevazione di maggio di Cantina Italia registra una giacenza...

Lacrima di Morro d’Alba verso la modifica del disciplinare di produzione

17-06-2021 | Normative

Nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana del 14 giugno 2021...

Il territorio in etichetta: al via il progetto Uga del Chianti Classico

16-06-2021 | News

I Soci del Consorzio Vino Chianti Classico approvano a larghissima maggioranza...

Vinitaly: gli appuntamenti di giugno per la ripartenza

15-06-2021 | Arte del bere

Vinitaly Special Edition è una manifestazione in presenza e in...

Sull'app di Winelivery arrivano le gite nelle cantine più iconiche di tutta Italia

15-06-2021 | Itinerari

Su richiesta della sua grande Community, Winelivery, il noto servizio...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.