Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Immaginate, in un ristorante, di essere serviti da un sommelier virtuale. Di poter effettuare le ordinazioni con un touch pod. Di avere a portata di bit i consigli dello chef. Non si tratta di fantascienza, bensì dei nuovi wine bar di New York e del ristorante asiatico di Londra: Clo e Adour nella Grande Mela e Inamo nel West End londinese.

L’idea, messa a punto da due studi: Potion e Blacksheep Architecture & Design, punta sulle nuove frontiere della interattività: quella della generazione dell’iPhone e dei social network. Mangiare diventa una delle esperienze possibili. E la sola effettuata in modo tradizionale. Per tutto il resto (prenotare un tavolo, ordinare, chiedere informazioni sui piatti, visualizzare i menù, scegliere i vini, chiamare un taxi) si ricorre alle più sofisticate tecnologie digitali in circolazione.

Clo e Adour, ideati da Jared Schiffman e Phillip Tiongson di Potion, sono famosi per il sistema grazie al quale i clienti esaminano le descrizioni di più di cento vini con specifiche sulla provenienza e il tipo di uva. I menù di Inamo, dalle grafiche sorprendenti e illustrati con fotografie in scala reale delle pietanze, sono invece riprodotti sulla superficie in Corian Dupont dei tavoli.

Progettato da Jo Sampson e Tim Mutton di Blacksheep, Inamo è davvero all’avanguardia. Fornisce decine di servizi attraverso la piattaforma digitale del tavolo, usa le tecnologia delle webcam per visualizzare l’attività della cucina e, per gli amanti dell’apparecchiatura, consente di scegliere tovaglie virtuali.

Fonte: www.CloWines.com, www.adour-stregis.com

 

Mipaaf: oltre 6.700 ettari per i nuovi impianti viticoli del 2020

20-11-2019 | Normative

E' stato pubblicato il decreto del Ministero delle Politiche Agricole...

Ue: oltre 200 milioni per la promozione di prodotti agroalimentari europei nel 2020

20-11-2019 | News

Nel 2020 la Commissione europea stanzierà 200,9 milioni di €...

Dazi Usa: i liquori valgono il 35% dei prodotti alimentari italiani colpiti

19-11-2019 | News

Non ci sono solo i formaggi tra i principali prodotti...

Spirits Europe: timori per la futura riforma fiscale in Nigeria

19-11-2019 | Normative

L’associazione europea Spirits Europe ha segnalato ai Servizi della Commissione...

Brasile: rimandato al 31 dicembre il nuovo certificato di analisi per l'export

18-11-2019 | Normative

Il Ministero brasiliano dell’Agricoltura ha pubblicato un comunicato con il...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection