Studi e Ricerche

Secondo un analisi di Confindustria, a giugno 2024, l'attività produttiva delle grandi imprese industriali italiane associate a Confindustria è rimasta stabile per oltre la metà del campione, con il 53,9% delle aziende che prevede una produzione invariata rispetto al mese precedente, un aumento rispetto al 48,8% di maggio. Tuttavia, è cresciuto anche il timore di un calo della produzione: la percentuale di aziende che si aspettano una contrazione è salita al 12,7% dal 6,2%, mentre quelle che prevedono un miglioramento sono scese dal 45,0% al 33,4%.

Cattura

Guardando alla dinamica trimestrale, le imprese mostrano maggiore pessimismo rispetto all'inizio dell'anno. Nel secondo trimestre 2024, rispetto al primo, la quota di aziende che prevede un miglioramento della produzione è diminuita di 7,4 punti percentuali, mentre la percentuale di quelle che prospettano una contrazione è aumentata di 7,1 punti. La domanda e gli ordini continuano a essere il principale motore della produzione, con un saldo delle attese che è cresciuto dal 7,6% di maggio al 10,4% di giugno.

La disponibilità di manodopera, seppur ancora vista come un ostacolo, ha mostrato un leggero miglioramento, con il saldo negativo che è passato dal -2,0% al -1,5%. Le aspettative sui costi di produzione sono peggiorate: il saldo tra le imprese che riportano un aumento dei costi e quelle che indicano una riduzione è sceso a -5,6% rispetto al -2,4% di maggio.

I giudizi sulle condizioni finanziarie rimangono positivi per il secondo mese consecutivo, ma il saldo è quasi nullo (da 0,7% a 0,1%). Il saldo sulla disponibilità di materiali è rimasto negativo, peggiorando leggermente a -3,5% da -3,3%. Per quanto riguarda gli impianti, il saldo è tornato positivo dopo tre mesi di aspettative negative, attestandosi a 0,1% a giugno.

Cattura

Questi dati mostrano una situazione complessivamente stabile per la produzione industriale, ma con preoccupazioni crescenti riguardo ai costi di produzione e un cauto ottimismo sulle condizioni finanziarie.

Fonte: Stabile l’attività per una maggioranza di imprese. In peggioramento le attese sui costi di produzione (confindustria.it)

Alla scoperta dei vini e degli spiriti sulle colline del Monferrato

10-07-2024 | Itinerari

Il Monferrato, nel cuore del Piemonte, è una delle regioni...

I Colli Euganei riconosciuti come Riserva Mondiale della Biodiversità Unesco

09-07-2024 | Arte del bere

Dall'8 luglio i Colli Euganei sono ufficialmente una Riserva Mondiale...

Addio a Benito Nonino, l'uomo che ha trasformato la Grappa in un simbolo di eccellenza

08-07-2024 | News

Nella notte scorsa il mondo della distillazione e della cultura...

Led e Uhph, la tecnologia in campo per garantire la qualità dei vini

08-07-2024 | Studi e Ricerche

Il Centro Tecnologico del Vino (Vitec) ha completato due importanti...

I millennials americani sono la nuova frontiera dell'investimento in fine wines

08-07-2024 | Trend

Una recente indagine di Bank of America Private Bank ha...

Il Brasile verso una nuova tassazione sulle bevande alcoliche

08-07-2024 | Estero

Le bevande alcoliche in Brasile saranno soggette a una nuova...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.