Studi e Ricerche

Riflettori puntati sull'agrometeorologia per contrastare gli effetti del cambiamento climatico sulle produzioni agricole. Si tratta della scienza che studia le interazioni dei fattori meteorologici ed idrologici con l'ecosistema agricolo-forestale e con l'agricoltura intesa nel senso più ampio. Lo sottolinea il Crea Politiche e Bioeconomia, tra i fondatori della International Advanced School in Agrometeorology, in occasione della Giornata mondiale della Meteorologia del 23 marzo.

Con più di 1400 eventi estremi il 2021 ha registrato in Italia un aumento del 65% di tempeste, bufere, grandinate e bombe d'acqua alternate a ondate di calore, che hanno provocato gravi danni da nord a sud, con pesanti ripercussioni economiche sulle produzioni agroalimentari. Si tratta di un trend consolidato che peggiora di anno in anno, mettendo a rischio l'eccellenza made in Italy. Gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici, fa sapere il Crea, vanno prevenuti e mitigati a partire dal campo e a questo serve appunto l'agrometeorologia.

Si valuta, infatti, il rischio climatico di uno specifico territorio per avere parametri su misura dell'azienda, grazie ai quali individuare le migliori scelte da fare: dalle pratiche agronomiche alla gestione dell'irrigazione, dalla previsione delle rese produttive alla più efficace difesa dai parassiti delle colture. Dati preziosi che consentono all'azienda di ridurre le conseguenze dovute a gelate, grandinate o altri eventi estremi. Questo permette, quindi, di migliorare le produzioni individuando misure 'tagliate su misura' per l'adattamento dei sistemi agricoli a un determinato contesto agroambientale, soprattutto con una gestione più corretta e sostenibile dell'irrigazione, resa possibile dai modelli previsionali agrometeorologici. Creata lo scorso anno sotto la responsabilità scientifica di Filiberto Altobelli del Crea, la Scuola di Alta formazione Internazionale in Agrometeorologia vanta l'adesione di 43 partecipanti provenienti da oltre 19 Paesi del mondo. 

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Più estero nella edizione di ottobre della Milano Wine Week

05-07-2022 | Arte del bere

La Milano Wine Week annuncia le date della nuova edizione...

International Wine Tour per conoscere le strategie di accoglienza delle aziende vitivinicole straniere

05-07-2022 | Trend

Negli ultimi due anni, grazie all’Italian Wine Tour, l’iconico camper...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.