Studi e Ricerche

Pubblicati i dati Cantina Italia aggiornati al 31 marzo 2021. La rilevazione di marzo registra una giacenza totale di vini e mosti pari a 61,7 milioni di ettolitri: 1,5 mln di hl in più rispetto allo scorso anno (31 marzo 2020) pari al 2,5% in più di prodotto.

Più precisamente, le giacenze di vini Dop sono superiori dell’1,8% rispetto allo scorso anno; i vini Igp del 6,4%; i vini varietali del 4,3%; i vini generici del 4,4%; le giacenze totali di vini del 3,6%; i mosti segnano un meno 5,5%; il vino nuovo ancora in fermentazione meno 34%.

Schermata_2021-04-14_alle_15.25.21.png

 

Rispetto alla precedente rilevazione (28 febbraio 2021), i dati contenuti nei registri telematici segnano una riduzione delle scorte pari a 4,2 mln di hl di vini e mosti in linea con il trend delle uscite mensili, anche se va ricordato che questi dati registrano gli spostamenti e non le vendite di vino.

Confrontando la rilevazione di marzo 2021 (marzo 2021 su marzo 2020) con quella di febbraio 2021 (febbraio 2021 su febbraio 2020), i dati si mantengono tutto sommato in linea: il surplus delle giacenze totali (vini e mosti) nella rilevazione di febbraio aveva fatto registrato un più 1,6 mln di hl ovvero scorte superiori del 2,4% rispetto allo scorso anno (28 febbraio 2021 su 29 febbraio 2020), mentre il surplus di vini in giacenza rispetto allo scorso anno si mantiene sugli stessi livelli di quanto registrato lo scorso mese ovvero pari più 3,6% confermando una tendenza già in atto da gennaio 2021.

Schermata_2021-04-14_alle_15.25.40.png

Sulle voci vini Dop e vini Igp la rilevazione di marzo segna una leggera riduzione del surplus rispetto alla rilevazione di febbraio, mentre sui vini generici e su quelli varietali il dato è leggermente superiore. Questa dinamica tuttavia non sorprende e potrebbe anche ampliarsi nelle prossime rilevazioni: lo scorso anno, infatti, durante il lockdown i vini generici, i varietali e, in quota parte, anche i vini IGP sono andati “meglio” rispetto ai vini con posizionamento di mercato medio-alto per effetto della chiusura del canale dell’Ho.Re.Ca. e delle buone performance registrate invece dal canale della GDO.

Il quadro complessivo che emerge dai dati Cantina Italia riflette ancora una situazione di complessità che sta vivendo il settore, anche se gestibile.

I dati sulle giacenze andranno poi letti insieme agli effetti delle gelate che hanno colpito i vigneti di diverse area viticole italiane nelle notti scorse.

Scarica il report completo.

 

 

All'asta (per beneficienza) il più antico single malt Scotch mai imbottigliato

21-06-2021 | Arte del bere

Il più antico single malt Scotch mai imbottigliato sarà venduto...

Assemblea Assobibe: più strategie e investimenti, senza nuove tasse sull’alimentare

21-06-2021 | News

Un’occasione di confronto tra sigle del comparto beverage, della distribuzione...

Non solo vini fermi, anche gli spumanti resteranno perfetti dopo la stappatura

20-06-2021 | Arte del bere

Dopo anni di attesa è arrivato e sta per essere...

Terre Alfieri, la Docg premia la crescita del Nebbiolo

20-06-2021 | Trend

Docg da neppure un anno, 'Terre Alfieri' con i suoi...

A Zagabria la prima edizione del workshop vini e spiriti italiani

18-06-2021 | Estero

L’Ice-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane...

Vini Doc Sicilia, Cina e Usa nel mirino delle nuove iniziative di promozione

18-06-2021 | Trend

Un ricco calendario di attività in Italia e all'estero è...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.