Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

Nella seduta dell’Aula del Senato di mercoledì 12 settembre il Sottosegretario agli esteri Picchi ha risposto all’interrogazione  3-00105 a firma del sen. Urso (FdI) sulla campagna internazionale di OMS e ONU in cui si chiede al Governo di adottare misure finalizzate a evitare rischi che possano compromettere il settore enogastronomico italiano.

Nella risposta fornita, il rappresentante del MAECI ha assicurato che il Ministero della salute, nel condividere le preoccupazioni espresse con l’atto ispettivo, è intervenuto tempestivamente, insieme alle altre amministrazioni coinvolte, affinché il negoziato ancora in corso possa dare un rilievo primario agli interventi basati sugli stili di vita, evitando considerazioni che non sono supportate da una forte evidenza scientifica: tutto ciò al fine di valorizzare la consapevolezza dei singoli consumatori nelle proprie scelte alimentari e di evitare ingiustificate penalizzazioni per prodotti che costituiscono, con merito, l'eccellenza della produzione agroalimentare italiana.

Il tavolo interministeriale, ha anche ipotizzato una proposta di modello supplementare di etichettatura nutrizionale che si configura quale contributo ad offrire alla discussione comunitaria per assicurare un'applicazione corretta ed uniforme del regolamento UE 1169 del 2011. È particolarmente importante evidenziare che tale modello, rispetto agli altri sistemi già in atto, Nutri-Score traffic light, si differenzia poiché non individua la classificazione degli elementi sulla base della loro formulazione in termini di energia e nutrienti negativi e positivi e non induce il consumatore a scegliere quegli alimenti che, sulla base di una particolare classificazione, risultano avere il migliore impatto sulla salute.

Inoltre, ha aggiunto, con riguardo alle politiche fiscali, che sia il Ministero della salute che il MISE hanno avanzato forti perplessità sull'applicazione di eventuali tassazioni maggiorate, poiché tale approccio, privo di alcuna componente educativa verso sane abitudini alimentari, può determinare un possibile spostamento dei consumi verso prodotti più economici e di scarsa qualità nutrizionale, in particolare nell'età infantile ed evolutiva.

Confermato l'incarico al Consorzio di tutela Cerasuolo

03-06-2020 | Normative

Nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana del 29 maggio 2020...

Vinexpo Ny, webinar sulla "Nuova normalità" del mercato degli spiriti

03-06-2020 | Arte del bere

Vinexpo NY organizza per oggi pomeriggio un webinar su quella...

Finlandia e Norvegia oggi riaprono i bar

03-06-2020 | Estero

Dopo la lunga chiusura a causa del coronavirus, in Finlandia...

Agea, nuova proroga per ristrutturazione e riconversione vigneti

03-06-2020 | Normative

Con circolare n. 36743 del 29 maggio 2020, AGEA Ufficio...

Confindustria: la produzione recupera ma a maggio -33,8% rispetto all'anno scorso

03-06-2020 | News

 Primi bilanci sull'economia post-emergenza. Gli economisti del CsC (Centro studi...

Emergenza Covid-19: quattro mesi di controlli nella filiera agroalimentare nel Report ICQRF

03-06-2020 | News

Nei primi quattro mesi di emergenza COVID-19 i 29 Uffici...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection