Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

E’ in corso di discussione a Bruxelles la proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica, fra l’altro, il Regolamento 1308/2013 sull’OCM vino, il Regolamento 1151/2012 sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari ed il Regolamento 251/2014 sui prodotti vitivinicoli aromatizzati.

Il dossier è stato pubblicato dalla Commissione all’inizio di giugno e deve, allo stesso tempo, affrontare l’iter legislativo a livello comunitario. È un documento che ha un’importante interesse per l’Italia, perché incide sulle indicazioni geografiche dei vini aromatizzati e delle bevande aromatizzate a base di vino di cui l’Italia è leader nel mondo.

Al momento nell’Unione Europea abbiamo quattro distinti sistemi di tutela e protezione delle indicazioni geografiche, rispettivamente:

­ Reg. 1151/2012 per tutti gli alimenti diversi da quelli che seguono;

­ Reg. 1308/2013 per i prodotti vitivinicoli;

­ Reg. 110/2008 per le bevande spiritose;

­ Reg. 251/2014 per i vini aromatizzati o le bevande aromatizzate a base di vino.

I primi due regolamenti articolano le indicazioni geografiche in due livelli, le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette. I secondi due regolamenti prevedono una sola tipologia, l’indicazione geografica registrata: a livello di bevande spiritose coprono indicazioni geografiche assai rilevanti come Scotch, Whisky, Cognac ma anche Grappa e tante altre indicazioni italiane.

Con la proposta in discussione, viene associata la disciplina dei vini aromatizzati e delle bevande aromatizzate a base di vino, alla più ampia disciplina dei prodotti alimentari.

"Come Federazione siamo d’accordo per ogni semplificazione ed armonizzazione nelle procedure previste dai diversi sistemi perché siano quanto più possibile similari fra loro - dichiara il direttore generale di Federvini Ottavio Cagiano de Azevedo -. Mentre esprimiamo il nostro disaccordo per l’unificazione dei sistemi, non riuscendo ad immaginare come verrebbero conciliati i sistemi articolati su un livello con quelli su due livelli".

The Vermouth of Turin nelle nomination di Tales of the cocktails

26-06-2019 | Arte del bere

l  libro “The Vermouth of Turin” è stato nominato fra i primi...

Rimini dice addio alla plastica per i drink: dal 1° luglio le cannucce si mangiano

25-06-2019 | Trend

Il 1° luglio a Rimini entra in vigore l'ordinanza "plastic...

Verso la conclusione i negoziati tra Ue e Mercosur, il vino fuori dallo scambio di offerte

25-06-2019 | News

Il negoziato tra l’Unione europea e i paesi del Mercosur...

Il vino fa bene a Sotheby's: crescita del 23% nei primi sei mesi dell'anno

24-06-2019 | News

Il vino fa bene alle aste. Sotheby’s (recentemente acquistata dal...

Visita al Museo del Vino e del Cavatappi

21-06-2019 | Itinerari

Intitolata al noto letterato del ‘700 e situata a Ciliverghe...

Il futuro secondo i guru della mixology? Sempre più Pre-Batched cocktails e food pairing

20-06-2019 | Trend

Ospitalità, creatività e high standing: sono questi i concetti chiave...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection