News

Un quartiere fieristico di oltre 100mila mq netti, 17 padiglioni pronti a diventare il più grande centro b2b internazionale del vino italiano e non solo, con più di 4mila aziende in rappresentanza di tutto il made in Italy enologico e da oltre 30 nazioni.

Vinitaly 2023, il salone internazionale in programma a Veronafiere dal 2 al 5 aprile, rinsalda il proprio posizionamento business e di servizio a sostegno di uno dei settori tra i più strategici dell'export tricolore. 

"In questo momento di grande cambiamento, tra sfide e opportunità Vinitaly - rileva Federico Bricolo, presidente di Veronafiere - rimane un brand globale di promozione, in grado di generare nuovi sbocchi.

Nel corso delle 13 tappe realizzate tra Europa, America e Asia abbiamo toccato con mano l'ulteriore potenziale sia sulle piazze più consolidate sia su quelle emergenti". Per l'ad Maurizio Danese "l'ascolto delle imprese italiane è stato fondamentale per il varo dei prossimi Vinitaly. Non è un caso, se i Paesi protagonisti nel Roadshow sono nella top 10 degli obiettivi di mercato dei nostri espositori. Così come la scelta di presidiare sempre di più l'Asia: Cina, Giappone, Sud Corea ma anche Singapore, Hong Kong, Vietnam e altri sommano infatti il 20% dei prossimi target internazionali delle imprese italiane del vino". Un'area emergente - dice Danese - che con la Cina segnerà il grande ritorno a Verona, grazie a una selezione di oltre 100 top Buyer del Dragone, tra gruppi dell'horeca, principali importatori e player dell'e-commerce. Ma l'evoluzione quali-quantitativa della domanda estera riguarderà ovviamente tutti i mercati di sbocco ed emergenti, dagli Usa al Canada, dalla Corea del Sud passando per il Vecchio Continente fino al Sud America con la previsione di incrementare i top buyer del 40% sul 2022". 

È italiano, nel cuore di Hong Kong, il miglior bar dell’Asia

22-07-2024 | Arte del bere

Parla italiano il miglior bar asiatico. Asia's 50 Best Bars...

Daikiri day, il 19 luglio si celebra il cocktail amato da Hemingway

17-07-2024 | Arte del bere

Il 19 luglio si celebra il Daiquiri Day: una ricorrenza...

Il settore vitivinicolo chiede un piano europeo per garantire la sua sostenibilità futura

17-07-2024 | News

Le Associazioni di rappresentanza della filiera vitivinicola di Italia, Spagna...

Oms presenta il documento di discussione sulla etichettatura delle bevande alcoliche

16-07-2024 | News

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha presentato un importante documento...

CsC: nel secondo trimestre investimenti ed export decollano

16-07-2024 | Studi e Ricerche

Secondo un'analisi del Centro Studi Confindustria, nel secondo trimestre del...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.