News

Nel quadro del negoziato PAC, l’Italia ha ottenuto la proroga al 31 dicembre 2022 delle autorizzazioni per i nuovi impianti e per i reimpianti in scadenza nel 2020 e nel 2021.

Più precisamente, nelle bozze dei testi relativi al pacchetto di riforma della PAC post 2020 diramati dalla Presidenza slovena - che è succeduta al Portogallo nella Presidenza di turno dell’Unione - è confermata la soluzione concordata a livello politico nelle scorse settimane ovvero la proroga al 31 dicembre 2022 della validità delle autorizzazioni per gli impianti viticoli (sia di nuovo impianto che di reimpianto) in scadenza nel 2020 e 2021, come richiesto a più riprese da Federvini.

Tour sciistici sulle Dolomiti alla scoperta della Grande Guerra

02-02-2023 | Itinerari

In questo periodo dell'anno le Dolomiti sono una delle mete...

Nuova viticoltura, studio sui vitigni resistenti

01-02-2023 | Studi e Ricerche

Unire qualità alla concreta sostenibilità: è questo lo spirito che...

Abruzzo eletta regione vinicola dell'anno per Wine Enthusiast

01-02-2023 | Arte del bere

Riconoscimento prestigioso per l'Abruzzo proveniente dagli Stati Uniti, dove Wine Enthusiast...

Piano Gestione dei Rischi, via libera da Stato-Regioni

01-02-2023 | Normative

Tra le novità del Piano di Gestione dei Rischi in Agricoltura...

Parlamento Ue: interrogazione urgente sull’etichettatura degli alcolici in Irlanda

01-02-2023 | News

Un'interrogazione urgente alla Commissione Ue sull'etichettatura degli alcolici voluta dall'Irlanda...

Usa, calano le vendite dirette delle case vinicole ma cresce il valore delle bottiglie

01-02-2023 | Arte del bere

Le vendite dirette delle cantine americane (direct-to-consumer) sono calate del...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.