Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

In un borgo ottocentesco completamente restaurato l’acetaia più antica del mondo inaugura la nuova sede con il museo e spazi per la degustazione, per tutti gli appassionati di tour enogastronomici. Aperto a Ottobre, il nuovo Museo Giusti racconta attraverso un percorso tematico in 10 sale la storia millenaria dell’Aceto Balsamico, i segreti della sua produzione e l’incontro con la famiglia Giusti, che nel 1605 avviava le prime batterie di botti negli attici della dimora Via Farini a Modena.

Un viaggio nel tempo e nello spazio, nell’inestimabile patrimonio di oggetti e documenti conservati per generazioni: dagli antichi orci usati per la conservazione, agli strumenti utilizzati nei secoli dagli acetieri, fino alle prime bottiglie e dépliant pubblicitari di inizio Novecento. Tra i cimeli più preziosi ci sono le botti secolari, alcune ancora produttive, come la botte “A3” con cui Giuseppe Giusti si presentò a Firenze nel 1861 in occasione dell’Esposizione Italiana indetta dai Savoia, ottenendo una medaglia d’oro per un balsamico di 90 anni.

L’antico borgo agricolo - restaurato con un investimento di 2 milioni di euro - ospita tre edifici: il Museo Giusti, nella villa padronale; l’antico fienile trasformato in Acetaia, dov’è stato trasferito il cuore della produzione Giusti, tra cui le 400 botti storiche del 1700 e 1800 ancora in attività; e uno spazio per degustazioni e accoglienza, nella vecchia “casa dei lavoranti”. Un luogo suggestivo in cui scoprire il mondo dell’Aceto Balsamico attraverso visite guidate gratuite e degustazioni, che ospiterà inoltre eventi gastronomici e culturali, oltre che privati e aziendali. Il racconto di un territorio, un’esperienza unica per i numerosi turisti che ogni anno visitano l’azienda: soltanto nel 2017 ne sono stati accolti più di 20.000, in crescita del 25% rispetto all’anno precedente.

“Sentiamo profondamente il valore del patrimonio storico che portiamo con noi – racconta Claudio Stefani Giusti – e facciamo di tutto per condividerlo il più possibile; le acetaie storiche ed il Museo di famiglia sono sempre aperti per i visitatori, che arrivano da tutto il mondo per scoprire la storia di questo meraviglioso prodotto. Per tutti loro abbiamo organizziamo un tour guidato, raccontando storie e aneddoti che hanno per noi un grande significato. Ad esempio la partecipazione alle gloriose Expo di fine Ottocento... dove i nostri antenati portavano l’aceto anche direttamente in botte, alcune delle quali sono tuttora conservate nel nostro museo”.

Dal legame con il territorio e dalla volontà di fare sistema per accrescere il valore del Made in Italy gastronomico nel mondo, è nata inoltre un fitta rete di collaborazioni con tante altre eccellenze della regione: dalla grandi case automobilistiche alla Casa Museo Pavarotti, passando per i produttori di Parmigiano Reggiano, i salumifici e le cantine di vini locali.

 

Viaggio intorno al mondo per l'Aceto Balsamico di Modena Igp

17-11-2018 | News

Aceto Balsamico di Modena Igp ancora in viaggio attorno al...

Il Territorio del Cirò premiato da Vinarius: terra dai sorprendenti contrasti

16-11-2018 | Itinerari

Un omaggio alla Calabria del vino: il Territorio del Cirò...

Giappone: packaging sotto la lente. In arrivo nuova lista di materiali consentiti

15-11-2018 | Estero

Potrebbe subire variazioni la lista dei materiali consentiti per venire...

Dal 1° luglio per i vini importati in Russia stessa tassazione di quelli locali

15-11-2018 | Estero

Dal 1° luglio 2019 i vini importati in Russia godranno...

Made in Italy agroalimentare sul web: rinnovato accordo tra Mipaaft, Iicqrf, Consorzi di Tutela ed eBay

14-11-2018 | News

Proteggere dalle contraffazioni sul sito web eBay le indicazioni geografiche...

Nuovo format per wine2wine 2018

14-11-2018 | Trend

A Verona la 5a edizione di "wine2wine" con importanti novità...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

Iscriviti alla newsletter di Federvini!

Riceverai una mail per confermare la tua iscrizione.