Dall'estero

La vigna più alta del mondo è in Tibet. A 3.563 metri d’altitudine, nella contea di Lhasa. A certificarlo è stato il Guinness World Record alla fine di settembre. Un primato, quello della Pure Land & Super-high altitude vineyard’, 

vinto di stretta misura: i vigneti di Colomé in Argentina sono infatti posti a 3.111 metri.

Nei 67 ettari sull’altopiano del Tibet sono coltivate 11 varietà, tra cui Vidal, Muscat e un icewine autoctono chiamato Bei Bing Hong. Gli impianti sono giovani, risalgono al 2012.

Una viticultura estrema, date le condizioni climatiche che impone attente lavorazioni (si usa, tra l’altro, un sistema di irrigazione israeliano). L’azienda produttrice conta di ampliare i terreni vitati a oltre 600 ettari entro il 2022.

Photo credit: Rong Shun Biotechnology Development Ltd 



Covid-19: riepilogo normativa in vigore al 3 aprile 2020

04-04-2020 | Normative

In allegato il documento di riepilogo della normativa adottata sia...

Agenzia delle Entrate, tutte le risposte al DL Cura Italia

03-04-2020 | News

Con una circolare, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le risposte...

Le Cinque Terre in cima alla lista dei paesini più instagrammati del mondo

03-04-2020 | Itinerari

Arroccate nella Riviera Ligure non lontano da Genova, le Cinque...

Covid-19: riepilogo normativa in vigore al 1 aprile 2020

02-04-2020 | Normative

In allegato il documento di riepilogo della normativa adottata sia...

In Gazzetta la nuova disciplina sulla produzione biologica

01-04-2020 | Normative

Si informa che è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione...

Proroghe di termini e deroghe per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti

01-04-2020 | Normative

Si informa che, con decreto n. 3318 del 31 marzo...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection