Dall'estero

Il Bureau National Interprofessionnel de l'Armagnac (BNIA) dal 1° aprile ha aumentato il requisito di età minima per l'Armagnac XO da sei a 10 anni, seguendo la filosofia del Cognac. L'ente spera che  questa decisione contribuisca ad aumentare il "valore della denominazione" e enfatizzare le "reali differenze" tra le sue classificazioni come VS, VSOP e Napoleone.

Ovviamente, le bottiglie di Armagnac XO già prodotte e con un minimo dichiarato di sei anni potranno essere vendute fino a esaurimento scorte, tuttavia qualsiasi bottiglia XO dal 1 ° aprile deve seguire le nuove linee guida sull'invecchiamento.

"Era diventato essenziale ormai – ha dichiarato Marc Darroze, presidente del BNIA – portare la realtà dell'invecchiamento dell'Armagnac e delle miscele dei nostri operatori più vicine alle denominazioni. Questo è un modo per tutti gli operatori di valutare più chiaramente questi Armagnac che, per la maggior parte, sono miscele di acquavite più vecchie di 10 anni. È anche più coerente offrire agli appassionati dello spirit in Francia e soprattutto nei mercati di esportazione una certa omogeneità nelle denominazioni".

L'età minima delle miscele di armagnac è ​​ora la seguente:

VS e *** - 1-3 anni
VSOP - 4-9 anni
Napoleone - 6-9 anni
XO, Hors d'Age e Vintages - 10+ anni

Le nuove normative assimilano così i requisiti di invecchiamento dell'Armagnac a quelle del Cognac, che a sua volta ha aumentato la sua classificazione XO da sei a 10 anni quest'anno.

La necessità del cambiamento è stata proposta per la prima volta nel 2011 e l'interim è stato quello di consentire ai marchi di adattarsi al cambiamento, anche se molti produttori stavano già utilizzando eaux-de-vie di 10 anni per i propri XO. La designazione di Cognac "Napoleon" rimarrà invariata con l'età minima richiesta per lo spirito invecchiato da sei anni.

Cina prima al mondo per produzione di uve, all'Italia il primato del vino

21-11-2018 | Studi e Ricerche

La Cina, con 13,7 milioni di tonnellate nel 2017 è...

La produzione alimentare rallenta la crescita. Export: i numeri di vino, spiriti e aceti

20-11-2018 | News

La produzione alimentare ha perso velocità, con un +1,2% su...

Al via le terza Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Dedicata alla Dieta Mediterranea

20-11-2018 | Arte del bere

E' dedicata al tema della Dieta Mediterranea, la terza edizione...

Sulle etichette del vino europeo torna l'origine delle uve

20-11-2018 | News

La Commissione ha rettificato il testo del regolamento sul vino...

Nel Lancashire anche la Chiesa produce il proprio Gin (a fin di bene)

20-11-2018 | Arte del bere

Il Ginnaissance (il Rinascimento del Gin) ha un nuovo -...

Borgogna: asta record di Christie's per l'Hospices de Beaune

19-11-2018 | Estero

Un nuovo record per l’annuale asta curata da Christie’s in...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

Iscriviti alla newsletter di Federvini!

Riceverai una mail per confermare la tua iscrizione.