Dall'estero

Le tasse su tutti gli alcolici, compresa la birra analcolica, potrebbero essere aumentate nel 2023 in Thailandia. Lo ha annunciato il direttore generale del Dipartimento delle Entrate thailandese. 

Il consumo di bevande alcoliche in Thailandia è di circa 3,5 miliardi di litri all'anno. Circa il 75% del volume consumato è rappresentato dalla birra, seguita dagli alcolici bianchi di produzione locale. I vini importati rappresentano circa l'1,5% del consumo di alcolici, ma con un valore compreso tra il 10% e il 15%.

In generale, i thailandesi preferiscono vini forti, decisi. Le varietà più vendute sono lo Shiraz e le miscele di Shiraz. I vini importati provengono principalmente da Francia, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Cile, Spagna, Sudafrica.

Prima che i vini possano essere importati in Thailandia, ogni singola etichetta deve essere registrata presso il Dipartimento delle Accise del Ministero delle Finanze. Una volta completata la registrazione, verrà rilasciato un permesso di importazione che consentirà alla società di importare il vino. Solo una società thailandese può registrare un vino e richiedere un permesso di importazione.

Tour sciistici sulle Dolomiti alla scoperta della Grande Guerra

02-02-2023 | Itinerari

In questo periodo dell'anno le Dolomiti sono una delle mete...

Nuova viticoltura, studio sui vitigni resistenti

01-02-2023 | Studi e Ricerche

Unire qualità alla concreta sostenibilità: è questo lo spirito che...

Abruzzo eletta regione vinicola dell'anno per Wine Enthusiast

01-02-2023 | Arte del bere

Riconoscimento prestigioso per l'Abruzzo proveniente dagli Stati Uniti, dove Wine Enthusiast...

Piano Gestione dei Rischi, via libera da Stato-Regioni

01-02-2023 | Normative

Tra le novità del Piano di Gestione dei Rischi in Agricoltura...

Parlamento Ue: interrogazione urgente sull’etichettatura degli alcolici in Irlanda

01-02-2023 | News

Un'interrogazione urgente alla Commissione Ue sull'etichettatura degli alcolici voluta dall'Irlanda...

Usa, calano le vendite dirette delle case vinicole ma cresce il valore delle bottiglie

01-02-2023 | Arte del bere

Le vendite dirette delle cantine americane (direct-to-consumer) sono calate del...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.