Dall'estero

I piani del governo britannico per riformare le regole della tassa sull'alcool hanno sollevato molte perplessità tra produttori e commercianti. Il rischio - si dice - è un sensibile aumento dei prezzi per i consumatori. Secondo il governo un collegamento più stretto dell'imposta ai livelli alcolici (abv) da febbraio 2023 creerà un sistema più semplice e più equo, ma la filiera vinicola del Regno Unito non è dello stesso parere e ha chiesto un ripensamento. La questione - ricorda il sito britannico Decanter - sta venendo al pettine perché il periodo di consultazione previsto dal governo si avvicina alla scadenza del 30 gennaio.

Mentre i piani per abolire l'aliquota premium sugli spumanti sono stati favorevolmente accolti, si teme che il nuovo sistema veda aumentare i dazi su alcuni vini fermi e fortificati. Questo potrebbe portare a un aumento dei prezzi, secondo la Wine & Spirit Trade Association (WSTA). "Abbiamo consultato i nostri membri e abbiamo fornito una risposta esauriente alla consultazione, in cui chiariamo che le attuali proposte non colgono l'opportunità di riformare una tassa obsoleta e ingiusta", ha detto Miles Beale, ceo del WSTA. Lungi dall'essere più razionali dal punto di vista economico, le proposte aumenterebbero il peso fiscale su alcolici e vino, mentre tassano la birra e il sidro in modo ancora più leggero di adesso".

Beale ha anche detto che i piani sono "impraticabili" in particolare per il vino, perché è troppo forte l'incidenza di fattori stagionali sui livelli di abv. WSTA spera che queste incongruenze siano "conseguenze non intenzionali" e che i ministri modificheranno i piani di riforma.

L'importatore e distributore Liberty Wines ha detto che collegare il dazio all'abv distorcerebbe il mercato del vino premium in un momento in cui più persone stanno bevendo "meno ma meglio". Inoltre si "limiterebbe la varietà del vino venduto nel Regno Unito". Un Barolo da 14,5% abv "non è il risultato della decisione di produrre un vino ad alta gradazione alcolica, ma riflette le uve con cui il vino è fatto e il clima in cui quelle uve sono state coltivate".

Attualmente, i vini fermi tra il 5,6% e il 15% abv hanno la stessa aliquota di dazio. Gli attuali piani di riforma implicano che tutti i prodotti tra l'8,5% e il 22% abv "sono tassati ad un'unica aliquota forfettaria per litro di alcol puro". Ci aspettiamo che il dazio sui nostri vini fermi aumenti di una media di 18p a bottiglia (+8%)", ha detto Liberty. Un vino fermo al 15% abv vedrebbe la sua tassa aumentare di 68p, a £2.91, ha detto il WSTA..

Dal canto suo Helen Whately, segretario dello scacchiere al Tesoro, difende le tesi del governo: "il sistema che stiamo stabilendo oggi rappresenta un equilibrio pragmatico tra le considerazioni sociali, economiche e fiscali che riguardano l'imposta sugli alcolici".

Photo credit: Pier Demarten on Unsplash

Al via il Festival della Dieta Mediterranea, pratica virtuosa e “miglior risposta al Nutriscore”

20-05-2022 | News

Prende il via il Festival nazionale della Dieta Mediterranea, con una...

Mariacristina Castelletta nuovo presidente del Consorzio Alta Langa

19-05-2022 | Arte del bere

Cambio della guardia ai vertici del Consorzio Alta Langa: il...

Week end in rosa sul lago di Garda

19-05-2022 | Itinerari

Ritorna anche quest’anno l’atteso appuntamento con Chiaretto di Bardolino in Cantina:...

Bordeaux 2021 en primeur: previsto un calo della domanda

18-05-2022 | Arte del bere

Secondo Liv-ex oltre il 71% dei commercianti internazionali ha dichiarato...

Usa, i Millennials apprezzano sempre di più il vino a basso contenuto di alcol

17-05-2022 | Trend

Il valore della categoria del vino a basso contenuto alcolico...

Colpire il vino nelle ritorsioni commerciali, una perdita di 340 milioni di dollari all'anno

17-05-2022 | News

Nell'articolo "Vino: il sacco da boxe nella rappresaglia commerciale" pubblicato...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.