Dall'estero

Secondo una recente previsione del governo francese la vendemmia 2021 potrebbe essere l'annata più “magra” degli ultimi 50 anni.

La produzione varierà tra vitigni e regioni, ma è probabile una riduzione tra il 24 e il 30% in generale rispetto all'anno scorso, afferma Agreste, il servizio statistico del ministero dell'Agricoltura francese. Ciò significherebbe un totale compreso tra 32,6 e 35,6 milioni di ettolitri, rendendo il raccolto 2021 il più ridotto dal 1970.

Naturalmente la vendemmia è ancora lontana e le previsioni preliminari si concentrano principalmente sulla quantità piuttosto che sulla qualità.

Eppure tengono conto dei i danni causati dalle forti gelate primaverili in molte regioni vinicole francesi.

Il ministero dell'Agricoltura ha paragonato la vendemmia francese del 2021 a quella del 1977 in termini di impatto del gelo, ma ha anche sottolineato che oggi la Francia ha meno vigneti rispetto agli anni '70.

Chardonnay e Merlot sono state tra le varietà più colpite, ha affermato il ministero.

Alcune regioni sono state colpite più di altre. In Champagne il gelo ha distrutto circa il 30% delle prime gemme, principalmente Chardonnay..

Tuttavia, l'impatto del clima può variare in base alla posizione dei vigneti all'interno di una particolare regione e quindi il rapporto del ministero dell'Agricoltura fornisce solo un monitoraggio ad ampio spettro.

Le previsioni del ministero dell'agricoltura vengono normalmente aggiornate all'inizio di settembre. 

Cancellato Vinexpo Hong Kong, l’evento sarà a Shenzhen

19-01-2022 | Estero

Cancellata la fiera Vinexpo di Hong Kong fissata per maggio...

Vini del Monferrato, l’exploit del Ruchè

19-01-2022 | Trend

Il Ruchè docg abbatte la storica barriera del milione di...

L'enoturismo è donna: +12% le prenotazioni dal pubblico femminile

19-01-2022 | Itinerari

Crescono le donne che acquistano le esperienze enoturistiche in cantina...

Il territorio del Collio tra i protagonisti di Wine Odissey

18-01-2022 | Arte del bere

Il Collio, con il suo territorio e la sua tradizione...

Gli aumenti di energia e materie prime rischiano di paralizzare l'agroalimentare. Appello a Draghi

18-01-2022 | News

Per il comparto agroalimentare si prospetta un vero e proprio...

Il biossido di titanio (E171) eliminato dagli elenchi degli additivi alimentari autorizzati

18-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 18 gennaio 2022 del regolamento...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.