Dall'estero

Un gin prodotto riciclando birra che sarebbe rimasta inutilizzata. È quanto sta facendo un birrificio giapponese per fronteggiare le conseguenze dell’epidemia Covid.

La chiusura di bar e ristoranti ha drasticamente ridotto il consumo di birra. Prodotto deperibile, che dopo qualche mese non può più venir consumato. Con tempi di shelf life anche più brevi per le birre non pastorizzate.

L'associazione Brasseurs de France, che rappresenta circa il 98% del settore della birra francese, ha avvertito che 10 milioni di litri di birra stanno per andare sprecati, mentre il mese scorso nel Regno Unito si è stimato che 50 milioni di pinte sono bloccate nei pub del paese.

L’azienda giapponese ha reso noto che per ogni 100 litri di birra, può distillare 8 litri di gin.

Monreale, il borgo arabo riconosciuto dall’Unesco

25-09-2020 | Itinerari

Una pausa dalla frenesia quotidiana per godere delle meraviglie storiche...

Vino e wine destination decisivi per la ripresa del turismo italiano

23-09-2020 | Trend

A differenza delle città d’arte, le wine destination con Montalcino...

Food&Wine spopolano tra gli influencer di Instagram

23-09-2020 | Trend

Che impatto ha avuto il Covid19 sulle attività social dei...

Mipaaf: aggiornamenti sul Registro telematico del vino

23-09-2020 | Normative

È stato pubblicato l'aggiornamento della versione 4.9 della documentazione relativa...

Cantina Italia, 36,6 milioni di ettolitri di vino in giacenza all'16 settembre 2020

23-09-2020 | Studi e Ricerche

Alla data del 16 settembre 2020 negli stabilimenti enologici italiani...

Ecco i 50 cocktail classici più bevuti al mondo

23-09-2020 | Arte del bere

Negli ultimi anni l’arte della mixology ha avuto un’evoluzione vivacissima...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.