Dall'estero

Il Distilled Spirits Council ha lanciato Spirits United, una piattaforma online progettata per riunire una "comunità di sostenitori" per migliorare e promuovere l'industria delle bevande alcoliche. L'ente commerciale statunitense ha collaborato con l'American Distilling Institute (ADI) e il programma di formazione sugli alcolici Tips per creare il sito online.

La piattaforma Spirits United offre informazioni su "questioni chiave" che devono affrontare l'industria degli alcolici, i professionisti dell'ospitalità e i consumatori e offre agli utenti la possibilità di "valutare" le questioni importanti per loro.

Chris Swonger, presidente e ceo del Distilled Spirits Council, ha dichiarato: “Dai professionisti del settore ai milioni di consumatori di alcolici, esiste una comunità speciale che è molto appassionata del ricco patrimonio dell'industria della distillazione, del suo impegno per la responsabilità e della maestria degli spiriti prodotti. Attraverso Spirits United, vogliamo sfruttare questo entusiasmo e condividere l'interesse nel settore degli alcolici e incoraggiare questa comunità a unirsi a noi nella difesa del nostro settore e dei nostri consumatori. L'industria degli alcolici degli Stati Uniti genera 178 miliardi di dollari di attività economica e 1,6 milioni di posti di lavoro americani. Invitiamo tutto il settore degli alcolici, compresi i distillatori di stato e le corporazioni di baristi, i partner della catena di fornitura e altre organizzazioni del settore a unirsi a noi nell'ampliamento della rete Spirits United".

La crescita e l'attivazione di questa rete di base, secondo i promotori, dovrebbero contribuire a garantire che i distillatori piccoli e grandi continuino a crescere e che i consumatori adulti abbiano un accesso responsabile e utile ai prodotti preferiti. Swonger, insieme a Erik Owens, vicepresidente dell'ADI e Adam Chafetz, presidente di Tips, hanno sottolineato che la "fondazione di Spirits United" era un "forte impegno per la responsabilità".

La piattaforma utilizzerà i social media per incoraggiare i sostenitori degli spiriti a unirsi agli sforzi del settore per prevenire l'abuso di alcolici e promuovere quindi un consumo responsabile di alcol.

 

Coronavirus: sospesi fino al 31 marzo gli adempimenti tributari nelle zone "rosse"

25-02-2020 | News

 In seguito alla diffusione del Coronavirus e alla interruzione di...

Dazi Usa: tre strategie per gli spiriti italiani

23-02-2020 | News

Il 14 febbraio l’amministrazione Usa ha confermato i dazi del...

Arriva il cocktail ispirato al film di Aldo, Giovanni e Giacomo

22-02-2020 | Arte del bere

«I miei comici preferiti chiamano il loro anziano regista per...

Il monopolio svedese Systembolaget chiede un'ammenda di 3 milioni di corone alla app Vivino

22-02-2020 | News

Il monopolio svedese dell'alcool, Systembolaget, ha comminato alla società di...

Onav si apre alle etichette non convenzionali: verso un corso sui vini "anarchici"

21-02-2020 | Trend

Una definizione forte per una tematica di grande attualità, la...

Monopolio del Quebec troppo rigido sui prezzi: Comitè Vins e Spirits Europe chiedono più flessibilità

21-02-2020 | Estero

Il monopolio della provincia canadese del Quebec, SAQ, sta imponendo...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection