Dall'estero

Lo scorso 15 febbraio il Galles ha annunciato di voler andare avanti nell’introduzione dell’unità minima di prezzo sulle bevande alcoliche. Il Governo del Galles proporrà all’Assemblea nazionale di approvare l’applicazione del “minimum unit price”; nel frattempo il Regno Unito ha notificato attraverso la procedura WTO la bozza di regolamento sull’unità minima di prezzo. Questa misura prende le mosse dall’approvazione dello scorso giugno 2018 del provvedimento “Public Health ( Minimun price for Alcohol) Wales Bill”. 

Come avevamo già riferito in un precedente articolo, la nuova legislazione, sul modello scozzese, fissa un prezzo minimo di 50 penny (circa 70 centesimi) per unità di alcol.
Source: https://www.federvini.it/news-cat/782-dopo-la-scozia,-anche-il-galles-adotta-il-prezzo-minimo-per-gli-alcolici

"Volti di Barbaresco", mostra permanente che consacra le eccellenze dell'enologia

09-07-2021 | Itinerari

Un’esposizione permanente e in grande formato: le immagini dei produttori...

L'infiorata di Poggio Moiano compie 50 anni

25-06-2021 | Itinerari

Cinquanta candeline! Mezzo secolo! Tanti sono gli anni che la...

Aceto Balsamico del Duca festeggia i suoi 130 anni di "oro nero"

24-06-2021 | News

Centotrenta bottigliette di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP Extravecchio...

Valpolicella, primo report annuale: più sostenibilità e contenimento produttivo

24-06-2021 | Trend

Una superficie vitata di 8.398 ettari, con il suo capoluogo...

Ecco le prime regole sulla certificazione di sostenibilità della filiera vitivinicola

24-06-2021 | News

Segnaliamo l’adozione del Decreto Dipartimentale n. 288989 del 23 giugno...

Cina: approvato un piano di sviluppo del vino di 15 anni per la regione di Ningxia

24-06-2021 | Estero

Il governo centrale cinese ha approvato un piano di sviluppo...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.