Dall'estero

Lo scorso 15 febbraio il Galles ha annunciato di voler andare avanti nell’introduzione dell’unità minima di prezzo sulle bevande alcoliche. Il Governo del Galles proporrà all’Assemblea nazionale di approvare l’applicazione del “minimum unit price”; nel frattempo il Regno Unito ha notificato attraverso la procedura WTO la bozza di regolamento sull’unità minima di prezzo. Questa misura prende le mosse dall’approvazione dello scorso giugno 2018 del provvedimento “Public Health ( Minimun price for Alcohol) Wales Bill”. 

Come avevamo già riferito in un precedente articolo, la nuova legislazione, sul modello scozzese, fissa un prezzo minimo di 50 penny (circa 70 centesimi) per unità di alcol.
Source: https://www.federvini.it/news-cat/782-dopo-la-scozia,-anche-il-galles-adotta-il-prezzo-minimo-per-gli-alcolici

Arrivano da Israele le acque 'infuse' di vino

18-02-2020 | Estero

Wine Water sta per arrivare in Europa con le sue...

La Maremma Toscana è la terza Doc più grande della Regione

18-02-2020 | Trend

Il Maremma Toscana Doc, basato sull'omonima IG, è ora la...

Barolo e Barbaresco volano a New York con Bottura

18-02-2020 | Arte del bere

Si è chiusa con successo la 48 ore newyorkese di...

Cresce a 95 milioni il numero di bottiglie prodotte dalla Doc Sicilia nel 2019

18-02-2020 | Trend

Cresce a 95 milioni il numero di bottiglie prodotte dalla...

Effetto Coronavirus: salta la fiera del vino di Chengdu

18-02-2020 | News

Primi effetti dell’epidemia di Coronavirus sul mercato del vino in...

Polonia: in arrivo tasse aggiuntive sulle bevande alcoliche

18-02-2020 | Normative

Il Governo polacco intende adottare un nuovo provvedimento che impone...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection