Dall'estero

Pugno di ferro della polizia cinese contro i vini contraffatti. I media locali hanno annunciato il sequestro di etichette falsificate per un valore complessivo superiore ai 100 milioni RMB, pari a 14,4 milioni di dollari.

I vini contraffatti erano stati prodotti a Shangqiu e venduti in 17 diverse province cinesi tra cui Guangzhou e Shandong via WeChat, la più popolare app di messaggistica in Cina.

I vini più contraffatti erano quelli con etichetta Penfolds, il principale brand del gigante vinicolo australiano Treasury Wine Estates.

False anche moltissime bottiglie di Changyu, la casa vinicola cinese più antica, leader di mercato.

Non si sa se tra le bottiglie falsificate ci siano anche quelle di marchi italiani.

Mipaaf: aggiornamenti sul Registro telematico del vino

23-09-2020 | Normative

È stato pubblicato l'aggiornamento della versione 4.9 della documentazione relativa...

Cantina Italia, 36,6 milioni di ettolitri di vino in giacenza all'16 settembre 2020

23-09-2020 | Studi e Ricerche

Alla data del 16 settembre 2020 negli stabilimenti enologici italiani...

Ecco i 50 cocktail classici più bevuti al mondo

23-09-2020 | Arte del bere

Negli ultimi anni l’arte della mixology ha avuto un’evoluzione vivacissima...

Abu Dhabi allenta le restrizioni all'acquisto di alcolici

22-09-2020 | Trend

Abu Dhabi allenta le restrizioni al consumo di alcol. I...

Indonesia, continua il blocco delle importazioni di spiriti e vini Ue

22-09-2020 | Estero

I vini e le bevande spiritose dell’Unione europea continuano ad...

Londra: scatta il "coprifuoco" alle 22 per bar e ristoranti

22-09-2020 | Estero

Da giovedì  i pub e i ristoranti in Gran Bretagna...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.