Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Nel 2003, il riconoscimento dell’Indicazione Geografica Tipica dei vini della Valle Camonicaha dato impulso al recupero della viticoltura nella zona e dei valori a esso legati. Lavoro, territorio, originalità, biodiversità e tradizione sono principi irrinunciabili per i vigneti di montagna, espressioni da scoprire attraverso percorsi didattici come “Tra vigne e Vini” (i vigneti e le cantine del conoide della Concarena) che punta i riflettori sugli splendidi paesaggi della campagna del conoide, tocca la casa museo di Cerveno e interessa cantine vitivinicole come Rocche dei Vignali, Monchieri, Concarena, Flonno e Cascina Casola. Cinque bacheche informative illustrano la storia della viticoltura in Valle Camonica e offrono anche numerosi spunti per dare al viaggio un respiro più ampio, deviando verso le incisioni rupestri di Capo di Ponte, le Calchere di Ono San Pietro, il centro storico di Cerveno o la parrocchiale vecchia di San Maurizio a Losine.

Il percorso didattico, denominato “Tra vigne e Vini” (i vigneti e le cantine del conoide della Concarena) attraversa gli splendidi paesaggi della campagna del conoide, tocca la casa museo di Cerveno. Sono posizionate cinque bacheche informative, dedicate alla storia della viticoltura in Vallecamonica, senza tralasciare i numerosi punti di attrattiva che si trovano nei comuni interessati. 
Capo di Ponte: le incisioni rupestri, la Parrocchiale, la Chiesa di Sante Faustina e Liberata, la Pieve di San Siro, il Monastero di San Salvatore, la “Via Crucis” di Pescarzo, la frazioni di Cemmo e Pescarzo. 
Ono San Pietro: Parrocchiale di Sant’Alessandro Martire, la Chiesetta di San Pietro in Circolo, le Calchere, il centro storico. 
Cerveno: la chiesa parrocchiale di San Martino in Tours, il Santuario della Via Crucis, la Santa Crus, il centro storico. 
Losine: la Parrocchiale nuova del Sacro Cuore, la parrocchiale vecchia di San Maurizio, la Chiesa di Santa Maria del Castello, la Chiesetta di Santa Maria Nascente, la Calchera, il centro storico.
 

L'assenzio di Pontarlier ottiene l'indicazione geografica

21-08-2019 | Arte del bere

L'assenzio di Pontarlier ha ottenuto l'etichetta di indicazione geografica per...

Vacanza gourmet in Val Venosta

09-08-2019 | Itinerari

Con 25 ettari e mezzo d’estensione, Castelbello è il comune vitivinicolo più...

Via libera al contrassegno di Stato per la Doc Verdicchio Castelli di Jesi

30-07-2019 | Normative

Voto unanime in favore del contrassegno di Stato per Doc...

Una app australiana traduce le etichette in 100 lingue

29-07-2019 | Trend

Third Aurora, una società tecnologica australiana, ha lanciato una app...

Vendemmia 2019: deliberata la riduzione della resa del Grillo

26-07-2019 | News

Sarà abbassata a 110 quintali per ettaro la resa delle...

Accordo di libero scambio tra Ue e Giappone: presto una procedura semplificata per vino e spiriti

15-07-2019 | Normative

L’Accordo di libero scambio tra l’Unione europea ed il Giappone...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Follow us

  

© 2019 Federvini - Italian Federation of Industrial Producers, Exporters and Importers of Wines, Sparkling Wines, Spirits, Syrups, Vinegar

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection