L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Un rapporto della White Oak Initiative ha scoperto che il 60% delle querce bianche esaminate non aveva nuove piantine e l'87% non aveva alberelli, prevedendo un declino significativo della popolazione di quercia bianca entro i prossimi dieci o quindici anni, a meno che non vengano prese misure per aiutare la specie a rigenerarsi.

La domanda di quercia bianca è globale, anche da parte del settore del bourbon del Kentucky che utilizza nuovi contenitori di quercia carbonizzata per dare colore e sapore al proprio prodotto.

Le ragioni del declino includono il permettere a specie arboree come l'acero e il faggio di prosperare e fare ombra alle querce, il taglio selettivo delle querce bianche di alta qualità e lo stress legato al cambiamento climatico.

 

 

Aceto e spezie, arriva la “salsa bruna” della Regina Elisabetta

24-01-2022 | Estero

Dopo i gin arrivano anche le salse reali. In particolare...

Il Regno Unito guida l’e-commerce degli alcolici (11,9%)

24-01-2022 | Studi e Ricerche

Continua la corsa delle vendite online, anche per il settore...

Via libera Ue alle modifiche sulle Doc Barbera d’Alba e Lacrima di Morro d’Alba

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 21 gennaio 2022...

Nuove pratiche enologiche autorizzate in territorio europeo

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 19 gennaio 2022...

Londra, crescono le critiche ai piani del governo per i dazi su vino e alcolici

21-01-2022 | Estero

I piani del governo britannico per riformare le regole della...

Frascati debutta tra i crypto wine con un Nft su uno spumante

21-01-2022 | Arte del bere

Il vino Frascati entra nella schiera dei crypto wine con...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.