L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Ha reso il made in Italy enoico famoso fuori dai confini nazionali e con il suo primo libro scritto agli inizi degli anni Ottanta, 'Vino. The Wines & Winemakers of Italy', ha dato un contributo notevole alla divulgazione del vino italiano nel mondo, facendone conoscere l'originalità, le potenzialità e le eccellenze territoriali. E' la motivazione alla base del premio che l'Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi (Igm), che riunisce 19 delle più importanti cantine italiane, ha consegnato al giornalista americano Burton Anderson, nel corso di un evento organizzato a Palazzo Antinori a Firenze.

A consegnare il riconoscimento il presidente Igm Piero Mastroberardino, insieme al presidente onorario dell'istituto Piero Antinori, e il presidente di Federvini Sandro Boscaini. Nato in Minnesota, Burton Anderson è stato per diversi anni corrispondente da Parigi per l'International Herald Tribune, ma dopo un suo viaggio in Toscana alla fine degli anni Settanta, ha scelto il Belpaese come 'casa adottiva' per coltivare la sua vera passione: il vino italiano. Da oltre 40 anni, infatti, vive proprio in Toscana, dedicandosi alla scoperta, alla conoscenza e alla divulgazione delle realtà vitivinicole del Belpaese. Definito dal New York Times come "l'autorità principale in fatto di vini italiani scritti in lingua inglese", nel 2007 è stato inserito nella Hall of Fame degli scrittori del Wine Media Guild di New York. "Considerato il primo grande giornalista divulgatore dell'Italian Wine a livello internazionale - ha detto Mastroberardino - Burton Anderson ha il merito di aver contribuito in misura determinante al cambio di percezione dell'enologia tricolore oltre i confini nazionali".

Per Piero Antinori, negli anni Ottanta Anderson "è stato il primo giornalista non italiano che ha sdoganato il vino italiano a livello internazionale e noi produttori non possiamo assolutamente dimenticare tutto questo. La gratitudine è profonda perché ha fatto capire il grande fascino, le diversità e il potenziale del vino italiano attirando l'attenzione di tutto il mondo su di noi".

 

Al traguardo dei 200 anni la storica azienda del maraschino Luxardo

26-01-2021 | Arte del bere

Dalle illuminate intuizioni delle origini, al coraggio della ricostruzione fino...

Dazi, 72 associazioni scrivono a Biden e von der Leyen per la sospensione

25-01-2021 | News

Settantadue associazioni statunitensi ed europee in rappresentanza dell'industria hanno inviato...

Barbera d’Asti e Vini del Monferrato chiudono il 2020 "in tenuta": stabili vendemmia e imbottigliato

25-01-2021 | Trend

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha chiuso il 2020...

Brunello di Montalcino: boom di vendite digital nel Nord America

25-01-2021 | Estero

Quasi 18mila bottiglie di Brunello (+300% sul 2019) vendute negli...

A Cannes un film sulle grandi protagoniste della storia delle bollicine

25-01-2021 | Arte del bere

Un tributo alle grandi donne della storia delle bollicine. Sarà...

Crea: il sistema agroalimentare vale il 15% del Pil nazionale

25-01-2021 | Studi e Ricerche

Con oltre 522 miliardi di euro, il sistema agroalimentare italiano...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.